Tartelletta alla Vignarola

231

Tartelletta alla Vignarola

Siamo alle porte dell'estate… la primavera sta finendo ma facciamo ancora in tempo a provare questa fantastica ricetta! Una Tartelletta composta da un sablè al pecorino ripiena di Vignarola! Il contorno romano per eccellenza di questa stagione, presentato però in una veste tutta nuova. Perfetta per un aperitivo o come antipasto, farete un figurone con questa ricetta, ve lo assicuro!
Porzioni 4 persone
Preparazione 1 h
Cottura 40 min
40 min
Tempo totale 2 h 30 min

Equipment

  • Stampi da crostata 10 cm
  • mini pimer

Ingredienti

  • 2 pz Scalogno
  • 180 gr Piselli
  • 200 gr Fave sporche
  • 1/2 pz carciofi
  • 50 gr pecorino fonduta
  • 120 gr pecorino impasto
  • 100 gr burro
  • 1 tuorlo uovo
  • 180 gr farina

Istruzioni

  • Per prima cosa preparate l'impasto per il sablè. Unite il formaggio alla farina e mischiatelo con il burro freddo a cubetti. Sfregate le mani fino a sciogliere bene gli ingredienti (sabbiare) e aggiungete poi un tuorlo d'uovo (se volete una ricetta interamente vegetariana sostituite l'uovo con un cucchiaio di Yogurt). Impastate fino ad ottenere un composto liscio e mettetelo a riposare in frigo coperto per almeno una mezz'ora.
  • Preparate il ripieno nel frattempo. Pulite il carciofo, togliete il gambo che vi servirà dopo, e tagliatelo in 6 spicchi, anche 8 se grande. Saltateli in padella come se fossero "alla romana (aglio, olio, prezzemolo, mentuccia) e sfumate con un goccio di vino bianco. Fateli cuocere a fuoco medio con il coperchio per circa 10 minuti aggiungendo poca acqua se serve. Quando saranno cotti alzate il fuoco e fateli rosolare leggermente.
  • Mondate le fave, sbollentatele per meno di un minuto in acqua bollente e salata e poi tuffatele in acqua freddissima, così sarà facilissimo sbucciarle. Una volta sbucciate lasciatele in frigo.
  • Tritate uno Scalogno e mettetelo in padella con la meta dei piselli e il gambo del carciofo tagliato a cubettini. Fate cuocere per 10 minuti circa aggiungendo un po' di acqua all'occorrenza. Aggiustate con sale e pepe e metteteli da parte.
  • Saltate in padella anche l'altra metà dei piselli, sempre con un po di Scalogno. Non fateli cuocere troppo o perderanno colore. Frullateli con un minipimer e passateli al setaccio. Aggiungete poi 50 ml di panna da cucina.
  • Preparate anche una velocissima fonduta di pecorino frullando 50g di pecorino romano con 40g di latte scaldato e una nocina di burro.
  • Ora tirate fuori l'impasto e stendetelo, con molta delicatezza, sui stampi da crostatina (se non li trovate della giusta misura potete utilizzare i pirottini da muffin come ho fatto io, basterà aprirli al massimo e schiaccianti sul fondo). Forate il fondo con una forchetta e rimetteteli in frigo per qualche minuto.
  • Infornate a 180° con forno già caldo per circa 15 minuti.
  • Ora tirateli fuori e fateli freddare. Poi farciteli con i piselli e la crema di piselli a coprire. Infornate di nuovo per circa 10 minuti.
  • Sfornate le tartellette e servitele ancora tiepide con uno spicchio di carciofo, le fave, e qualche goccia di fonduta di pecorino.
Portata: antipasto, Aperitivo
Cucina: Italiana, Romana
Keyword: antipasto, carciofi, fave, pecorino, sablé, vignarola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Like
Close
Sito web realizzato da ODA Visual Studio
Close